Allarme

Breve storia di me seduta sulla mia poltrona mezza sfasciata, con il broncio, con la treccia laterale morbida, la blusa a fiori con il fondo blu con le maniche lunghe arrotolate, fin troppo larga e di un tessuto fin troppo liscio tanto che il colletto alla coreana e lo scollo non fanno altro che scappare all’indietro, che con un dito di tanto in tanto mi sfioro il gomito inspiegabilmente dolorante da circa un’ora e con un altro non faccio altro che schiacciare il tasto rewind per riascoltarla, totalmente ipnotizzata.


allarme, lampo, allarme
torci le labbra a curva
in gesto di amarezza indifferente
più reale del vero, che
spesso sembra stupido
usa il cervello e i nervi
con disinvoltura e mira al cuore mira al cuore
MIRA AL CUORE
se l'alibi non regge e l'evidenza sfugge
muore tutto
l'unica cosa che vive sei tu
vivi solo tu solo tu SOLO TU
muore tutto vivi solo tu

Commenti

  1. e come mai, nonostante sia una canzone che conosci benissimo, hai continuato ad ascoltarla di continuo Clorì ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so perché mi hai fatto questa domanda retorica: non riesci a sopportare il fatto che avendo i capelli corti non puoi intrecciarteli come meglio credi. Invidioso. [Ovviamente sto scherzando]

      Non mi funziona l'elenco lettura di blogger.

      Elimina
    2. comunque quella è una canzone non sufficientemente valorizzata nel repertorio dei CCCP

      Elimina
    3. E comunque io sono d'accordo con te. Non viene valorizzata a sufficienza quella figura femminile dal fare sprezzante.

      :)
      Ciao.

      Il tuo elenco lettura funziona?

      Elimina
  2. 'nzomma, alla fine 'sta vita la dobbiamo vivere proprio da soli, la dobbiamo vivere ciascuno la propria, Clorinda.

    Oggi potrei aggiungere anche un po'dei migliori sbadigli da stanchezza a questa considerazione solipsistica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine si è soli con se stessi, Uomo.

      Sono sempre stata molto solitaria, per nulla incline all'omologazione e molto spontanea, ma mai un'egocentrica sfrenata o un'egoista, in parte ho dovuto imparare ad esserlo nel corso degli anni, ma per protezione. Anzi, un tempo ero fin troppo empatica.

      Non mi funziona l'elenco lettura di blogger, e la cosa mi stressa.

      Elimina
    2. E' benefico ed ecologico curare una buona dose di egoismo personale intelligente.
      Perché ti protegge e costituisce un limite agli ego altrui e il nostro mondo, tra le cose delle quali soffre di più, è proprio la mancanza del senso del limite. Quindi è positiva ogni cosa che vada nel recupero di questa "cognizione di vita".

      Elenco lettura ? Non so / non capisco a cosa tu ti riferisca.

      Elimina
    3. Coltivare un po' di sano egoismo è utile, aiuta a mediare tra le proprie esigenze e quelle degli altri.

      L'elenco lettura è lo strumento che permette di vedere se i blog a cui si è iscritti hanno pubblicato dei nuovi post. E' la pagina che ci si trova davanti nel momento in cui si accede a blogger. Comunque adesso funziona.

      Elimina
  3. Sai cosa... mi vien voglia di imitarti dopo una giornata infame di lavoro. Ma sono troppo pigro anche per usare il gomito per far tornare indietro la canzone, dunque lascio che vada. In compenso userò le restanti energie che mi rimangono per arrotolarmi una sigaretta e versarmi da bere un Nero d'Avola che sa ancora di legno e terra. Niente CCCP però, mi faccio un Chet Baker d'annata! Te ne mando uno scorcio... https://www.youtube.com/watch?v=z4PKzz81m5c

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', meno male! Anche perché le canzoni in loop sono tremende, si rischia di passare dall'"ossessione" di quel momento all'"odio". Io cerco sempre di fermarmi prima. :)
      Grazie per il link. Mi fa piacere che mi lasci sempre un po' di musica alla fine di un commento.

      Elimina
    2. E allora ti lascio anche un po' di cose di questi vecchi amici... tanto più te le lascio con piacere quanto più sono contento di non vedere la partita. :-) https://www.youtube.com/watch?v=AOunpv6tyd8&list=UUFjF9BfVSdbWaB3Hz0BlOlg

      Elimina
    3. Nemmeno io l'ho vista, ho ascoltato i Dounia. Dounia, si pronuncia come si scrive? E' un termine arabo o dialettale e che significa?
      Devi sapere che io non amo molto l'etnico: dall'abbigliamento alla musica. Ho ascoltato tutt'e ventidue le canzoni con un piacere ed un trasporto del tutto nuovi per me, in riferimento a questo tipo di musica. Creano un' amalgama di suoni così particolari, raffinati, suggestivi, c'è l'etnico ma non predomina, non è eccessivo, è ben mescolato con altre atmosfere. E quindi non li ho trovati neanche per un attimo noiosi.
      Grazie per avermi fatto conoscere i Dounia! :)

      Elimina
  4. Neanche a me piace l'etnico, ma i Dounia (è arabo e si pronuncia come si scrive, pur con una leggerissima contrazione fonetica che “appiccica” la o e la u quasi – ma solo quasi - in una sola vocale ibrida) non sono immediatamente classifiabili come tali, giacché I musicisti sono siciliani ed il cantante è palestinese! Se la mia memoria in debito neuronale non mi coglie in fallo, Dounia vuol dire infinito... Ma hai sentito quanta divertita eleganza c'è nel brano Mazibini (che tradotto vuol dire semplicemente “non rompere...”)? Buon ascolto di qualsiasi cosa. Io, adesso, giacché domani non devo lavorare, posso far notte e mi faccio accompagnare da un mezzo bicchiere di whiskie al profumo di torba, e con cautela, non volendo urtare le suscettibilità dei tifosi delusi del vicinato, mi ascolto un paio di cose di questo tipo che mi fa schiantare dal ridere, oltre ad essere un grande musicista: https://www.youtube.com/watch?v=2f4AuiotdEI
    Solo un paio, il tempo del bicchiere e di una sigaretta, poi mi faccio accompagnare da Paul Desmond ( https://www.youtube.com/watch?v=X1gZS5RSN_w ) mentre mi studio il brano per lo spettacolo che ho domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, in meno di 24 ore mi hai fatto conoscere i Dounia e Max Raabe (va be', ammetto che pure di Paul Desmond al di là di Take Five, conoscevo e conosco ben poco, ma sul jazz non sono molto preparata), e mi sono piaciuti tantissimo. Max Raabe è un vero genio. Credo di aver ascoltato tutte le sue cover: spettacolari. E' elegante, divertente, originalissimo. Ha trasformato in versione anni 20 dei pezzi di musica pop che non ti aspetteresti mai di poterli ascoltare in quel modo.
      Mazibini mi piace molto, adesso che so pure che significa...
      Che tipo di spettacolo? Reciti?

      Elimina
  5. Max RaaBe è mitico, Yiddish e pop, musica colta e canzonette, un mix dagli esiti imprevedibili. Pual Desmond invece è semplicemente immortale, l'anima vera della formazione di Dave Brubeck.
    Ho scritto spettacolo, ma non è il termine più corretto... è più un reading, una lettura con accompagnamento musicale. Recitavo fino a qualche secolo fa, mai il lavoro non mi consente di essere così presente. Capita però che qualcuno mi chieda di leggere qualcosa di mio o d'altri e se non ci sono controindicazioni lo faccio volentieri! (non so se hai una mail da qualche parte qui nel tuo blog, nel qual caso, se vuoi, ti mando la locandina con i dettagli).

    RispondiElimina
  6. Ho una mail collegata al blog, la mia la trovi in informazioni personali (in alto a destra), si deve cliccare sul nome dell'amministratore del blog accanto alla foto profilo e là, in generale dovresti trovare la mail del blogger in questione.
    Comunque è questa: clorinda.permeloso@gmail.com

    RispondiElimina
  7. Funzionerà ma non lo scorgo, il tuo blogroll. C'è l'opzione "inquadrabile solo dal padrone di casa"? ;)

    RispondiElimina
  8. Sì, hai avuto la giusta intuizione: il mio blogroll ha la spunta alla voce "inquadrabile solo dal padrone di casa".
    ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari